Rimani informato sulle novità del settore per conoscere per primo procedure e normative

Iscriviti alla newsletter



Consulenza Ambiente & Rifiuti

Soluzioni Compliance Ambientale

Cancellazione imprese dall’Albo Gestori Ambientali per mancata nomina Responsabile Tecnico

Come  è noto sono decorsi i termini per l’adeguamento delle nomine di Responsabile Tecnico per tutte quelle imprese che non hanno provveduto a nominarne uno abilitato e per tutti quei Responsabili Tecnici che non hanno conseguito la verifica di idoneità.

Ricordiamo che l’obbligo di nomina del Responsabile Tecnico è obbligatoria per tutte le imprese iscritte nelle categorie ordinarie.

L’Albo Nazionale Gestori Ambientali ha pubblicato la Circolare 1 del 15/04/2024 che definisce le modalità e tempistiche dei provvedimenti di cancellazione per mancata nomina di un Responsabile Tecnico.

 

Decorso il termine del 15 Aprile 2024, previsto dall’articolo 1, comma 1, della deliberazione 5 dell’11 Ottobre 2023, le Sezioni entro la data del 30 Aprile 2024 provvedono a deliberare l’avvio dei procedimenti disciplinati per la cancellazione dall’Albo di quelle categorie che non abbiano un responsabile tecnico idonei.

Decorso il termine di 30 giorni senza che l’impresa abbia provveduto alla nomina di un nuovo responsabile tecnico in possesso dei requisiti previsti, le Sezioni Regionali e provinciali dell’Albo provvedono a deliberare la cancellazione delle suddette categorie e notificano a mezzo PEC all’interessato il relativo provvedimento.

Ambiente&Rifiuti è a vostra disposizione per supportarvi nell’acquisizione di un nuovo Responsabile Tecnico per le categorie ordinarie dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali e per formare i soggetti che intendono procedere alla verifica di idoneità per le categorie 1 – 4 – 5 – 8.

 

Ambiente & Rifiuti - Consulenza Tecnica per la gestione dei Vostri Rifiuti
ti potrebbero interessare...
Nuovi reati ambientali – in arrivo la Direttiva

Nuovi reati ambientali – in arrivo la Direttiva

E’ in arrivo la nuova Direttiva Europea sui reati ambientali che andrà ad allargare il catalogo dei reati “qualificati” e rendere più aspre le sanzioni. Quali sono i rischi per gli amministratori ed i soggetti apicali aziendali?

leggi tutto
Rettifica Regolamento Batterie (UE) 2023/1542

Rettifica Regolamento Batterie (UE) 2023/1542

Pubblicata sulla GUE del 27/04/2024 la rettifica al regolamento batterie 2023/1542. Il Regolamento Batterie è entrato in vigore a Febbraio 2024 e sostituisce il D.Lgs. 188/08 che abbiamo utilizzato come riferimento fino ad oggi.

leggi tutto

ARTICOLI RECENTI

Sentenza 11617 del 20 marzo 2024 – solidarietà della filiera

Tutti i soggetti della filiera rispondono in modo solidale in caso di scorretta gestione dei rifiuti. E’ quanto ribadito nella Sentenza della Corte di Cassazione n.11617 del 20 marzo 2024 che ribadisce l’obbligo di controllo a monte e a valle della filiera.

Nuovi reati ambientali – in arrivo la Direttiva

E’ in arrivo la nuova Direttiva Europea sui reati ambientali che andrà ad allargare il catalogo dei reati “qualificati” e rendere più aspre le sanzioni. Quali sono i rischi per gli amministratori ed i soggetti apicali aziendali?

Rettifica Regolamento Batterie (UE) 2023/1542

Pubblicata sulla GUE del 27/04/2024 la rettifica al regolamento batterie 2023/1542. Il Regolamento Batterie è entrato in vigore a Febbraio 2024 e sostituisce il D.Lgs. 188/08 che abbiamo utilizzato come riferimento fino ad oggi.

CATEGORIE

gestione rifiuti novità normative in evidenza tutte le categorie